domenica , dicembre 16 2018
Home / Benessere / A Teramo la Fabbrica del Benessere, il primo progetto di housing care

A Teramo la Fabbrica del Benessere, il primo progetto di housing care

Un progetto residenziale che possa rispondere non solo a un bisogno abitativo ma anche i bisogni sanitari e d’assistenza di chi vi abita, in particolare quelle persone con fragilità legate alla presenza di anziani non autosufficienti o di disabili, attraverso una combinazione di servizi di assistenza, animazione, cura, accompagnamento, residenzialità, sicurezza sociale e personale.

 

E’ la Fabbrica del Benessere, un progetto in corso di realizzazione a Teramo che ospiterà circa 400 persone tra anziani fragili (soli o in famiglia), disabili, famiglie con un disabile, studenti, giovani coppie, donne o uomini separati, ma anche famiglie che hanno la casa inagibile a causa del sisma.

 

Il progetto, che comprende 100 appartamenti con affitto calmierato, ambulatori medici, strutture per la riabilitazione, luoghi di svago e destinati alla ristorazione, oltre a spazi verdi e orti urbani, ha un valore complessivo di 15,7 milioni di euro, sarà ultimato nel 2019 e sta prendendo corpo grazie alla collaborazione tra pubblico e privato: 6,5 milioni (41%) provengono da risorse pubbliche, attraverso due bandi di Regione Abruzzo che hanno messo a disposizione fondi stanziati dal Ministero delle Infrastrutture[1], 6,5 milioni (41%) da un mutuo Banca Intesa-San Paolo e Banca Prossima e 2,7 milioni dal capitale privato investito dai soci di Atena Costruzioni.

 

I 6,5 milioni messi a disposizione da Banca Intesa San Paolo e Banca Prossima sono parte di un prestito più ampio ottenuto da Banca Europea per gli investimenti per la realizzazione di progetti per l’integrazione socio-sanitaria, l’istruzione e la riqualificazione urbana. L’operazione nasce da Atena Costruzioni che, con il supporto di Albatro s.r.l., ha ideato il progetto, curato la progettazione edile, tecnologica e ambientale, gestito i rapporti con il territorio e portato avanti la concreta realizzazione.

 

Il progetto pilota di Teramo ha requisiti di sostenibilità che lo rendono replicabile in altri territori. I 100 appartamenti verranno concessi a canone calmierato e saranno vicini a servizi come farmacia, medicina di base, medicina specialistica (diagnostica, riabilitazione,…) e Spa condominiale. La farmacia e gli ambulatori medici saranno aperti ai residenti e a tutta la popolazione. Tutti gli edifici sono dotati di isolatori antisismici a pendolo semplice scorrevole con dissipazione di energia per attrito. La progettazione ha osservato inoltre criteri di indipendenza energetica: le abitazioni sono di classe A e il complesso residenziale è dotato di sistemi per la misurazione dei consumi.

 

 

 

Articolo Scelto per Te

Gertz Beauty Care – Una vera oasi di benessere «Il top per la vostra salute»

Gertz Beauty Care – Una vera oasi di benessere «Il top per la vostra salute»

Finalmente Gertz Beauty Care è arrivata anche a Torino e la differenza si nota subito. …