martedì , ottobre 16 2018
Home / Massaggi / Bellezza occidentale Vs bellezza orientale
Bellezza occidentale Vs bellezza orientale

Bellezza occidentale Vs bellezza orientale

Sulle tecniche di bellezza proveniente dall’oriente ne abbiamo sentite tante, ne abbiamo provate tante e continuiamo a scoprirne tante. Si creano capsule collection ad hoc, si seguono mode del momento e si fanno collaborazioni con le migliori influencer del momento. Ma forse, a mio avviso, stiamo perdendo le vere radici della bellezza. Quella fatta di piccoli gesti quotidiani e piccoli piaceri da regalare alla nostra pelle.

Ne ho parlato con una dermatologa che si occupa del benessere della pelle da ben trent’anni e che di certo ne ha viste di ogni. Il mio primo incontro con Yoko Ogawa è stato un misto tra l’ illuminante e il traumatico. Illuminante perché mi ha educata su come ci si deve prendere cura della pelle in maniera corretta. Traumatico perché mi ha smontato dei miti per quanto riguarda la bellezza orientale e neanche il libro sui 7 riti sulla bellezza giapponese. Ma andiamo con ordine.

Il mito numero uno con cui ho dovuto fare i conti è “lo scrub”. Quello che promette di eliminare le cellule morte ed avere la pelle liscia , libera da impurità e come nuova. No errato! Cellule morte? No in realtà super protettive a quanto pare. Semplicemente lo strato corneo non è integro. È irregolare o squamato. Questo per causa di uno stimolo meccanico, come un massaggio eccessivo, nel tentativo di rimuovere le cellule morte, o l’uso di uno scrub o di un prodotto esfoliante, nella convinzione di rigenerare così la nostra cute.

Mito numero due , le salviette e il cotone non vanno usati per struccarsi. Il cotone non elimina in maniera corretta il make up. Ho fatto una piccola intervista a Yoko per capire cosa “sbagliamo”.

Di cosa si tratta il metodo Yoko?

il metodo Yoko prima di tutto è non rovinare lo strato corneo. E’ importantissimo. Tutti parlano di cellule morte ma in realtà non esistono cellule morte. In realtà sono le cellule cornee. Le cellule cornee, prive di nucleo, creano una barriera cutanea che ci protegge da sostanze estranee, virus, batteri e sostanze nocive. La pelle fino allo strato granuloso è umida quindi quando noi parliamo di idratazione ci riferiamo alle cellule cornee. Quando parli con una tua amica per la pelle secca qui parliamo solo dello strato corneo. Quindi tante persone fanno lo scrub e massaggi pensando di risolvere il problema.

Cosa sbagliano gli occidentali?

Quello che sbagliano è l’ esposizione solare senza l’utilizzo di una crema protettiva adeguata. Fanno peeling troppo spesso e massaggiano in modo eccessivo la pelle del viso. Lo strato dermico occidentale è abbastanza basso quindi sono più soggetti alla formazione di rughe. Esposizione senza crema , peeling e massaggi eccessivi accelerano la formazione delle rughe.

Cosa non deve mancare del beauty case?

La crema idratante. L’idratazione è importante perché compatta la pelle. Ma una cosa molto importante , oltre all’idratante in sé, è quella di applicare la crema in modo corretto. Bisogna ricordarsi di tamponare delicatamente la pelle.

Cosa evitare e cosa non mettere nel beauty case?

La salvietta struccante. La maggior parte delle salviette è composto da tensioattivi , di conseguenza senza un successivo risciacquo la nostra pelle non è detersa al 100%. Lavare con abbondante acqua e usare uno struccante adeguato utilizzando le garze.  La garza assorbe abbondantemente le lozioni, rilasciandole uniformemente sulla pelle. Allo stesso tempo cattura le impurità e rimuove le cellule cornee di sfaldamento e le sostanze di rifiuto della pelle.

 

Articolo Scelto per Te

Parco del Benessere delle Terme di Agnano riapre con 7 piscine

Parco del Benessere delle Terme di Agnano riapre con 7 piscine

Completamente ristrutturato ha riaperto il Parco del Benessere delle Terme di Agnano tra alberi secolari …