lunedì , novembre 19 2018
Home / Benessere / Clown e sorrisi portano benessere alla rsa di Montecosaro
Clown e sorrisi portano benessere alla rsa di Montecosaro

Clown e sorrisi portano benessere alla rsa di Montecosaro

«Il sorriso, si sa, è contagioso. E allora perché non approfittare di questo metodo tanto semplice quanto efficace per regalare delle belle ore a qualcuno che ci sta a cuore?».  E’ stato questo il pensiero alla base dei bei momenti vissuti l’altro giorno nella rsa Santo Stefano riabilitazione di Montecosaro, frutto della condivisione nata tra il presidente dell’ente Clown Clown Alessandra Aliberti e la direttrice della struttura Monica Pennesi, sinonimo di vera sensibilità sociale a livello di territorio. La struttura “Santa Maria in Chienti”, infatti, è stata teatro di una giornata del tutto sui generis dal momento in cui si sono presentati niente meno che i clown dell’associazione “Brucaliffo” del L’Aquila, presenti in quei giorni nel territorio per via della popolarissima manifestazione “Clown clown” che si svolge ogni anno nella vicina Monte San Giusto. Pochi ingredienti ma di grande qualità, come i bravissimi e simpaticissimi clown, che hanno reso non solo piacevole ma assai divertente la giornata degli ospiti dell’rsa. «Divertente anche per noi operatori –  sottolinea ancora col sorriso la direttrice Pennesi – Un’iniziativa che va avanti oramai da 3 anni e nata grazie agli organizzatori di Clown Clown che hanno avuto modo di conoscere ed apprezzare l’attività che svolgiamo nella nostra struttura». «Crediamo fortemente negli effetti benefici del sorriso – dice ancora la dottoressa – come il rilassamento del corpo, il rafforzamento del sistema immunitario, l’azione benefica sul sistema respiratorio, la riduzione della percezione del dolore, il miglioramento della circolazione del sangue e della pressione arteriosa e la riduzione dell’ansia». Una Struttura, l’rsa “Santa Maria in Chienti”, che si distingue per le molte iniziative che vi vengono organizzate e che segnano un continuo legame con il territorio, oltre poi alla presenza graditissima da tutti gli ospiti di Bea, docilissima cagnetta protagonista del progetto di pet therapy avviato da due anni dalla Rsa, sempre nell’ottica di rendere la quotidianità degli anziani ospiti più gradevole possibile con un focus attento al benessere della persona.

Articolo Scelto per Te

Piscina comunale: «La raccolta firme per realizzarla sta andando ...

Piscina comunale: «La raccolta firme per realizzarla sta andando …

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – «Non mi sarei mai aspettato un riscontro forte e concreto sulla …