Home / Benessere / Da adulti si riconoscono le persone meglio che da bambini

Da adulti si riconoscono le persone meglio che da bambini

I bambini fanno più difficoltà a riconoscere le persone rispetto agli adulti per ragioni strettamente legate allo sviluppo del cervello: a sostenerlo è uno
studio condotto presso la Stanford University e pubblicato sulla rivista Science. Questo lavoro di ricerca evidenzia anche come
il cervello continui a crescere e svilupparsi anche nell’età adulta, smentendo l’idea che il tessuto cerebrale dopo la nascita o comunque al massimo fino all’adolescenza, possa accrescersi ulteriormente.

LA RICERCA

Nello studio in questione sono state coinvolte 47 persone (22 bambini e 25 adulti di età compresa, rispettivamente, fra 5 e 12 anni e 22 e 28 anni). Tutti sono stati sottoposti a precisi esami strumentali che hanno evidenziato come negli adulti, rispetto ai bambini, si registri in proporzione,
un 12,6% di materia cerebrale in più a livello della circonvoluzione fusiforme, una zona considerata cruciale per il riconoscimento dei volti. I ricercatori hanno studiato anche altre aree cerebrali implicate nel riconoscimento dei luoghi, ma non hanno trovato variazioni di sorta legate all’età.

PREVENZIONE

Questo studio apre nuovi scenari sulle problematiche legate al riconoscimento dei volti con l’età: si stima che
un adulto su 50, a un certo punto della vita, abbia difficoltà nel riconoscere le persone. La scoperta potrebbe essere utile anche nello studio di alcuni disturbi dello spettro autistico che evidenziano difficoltà nel riconoscimento delle facce.

Articolo Scelto per Te

A Zen retreat

A Zen retreat

Hardware galore The first and foremost thing in importance is choosing the right hardware. There …