venerdì , maggio 24 2019
Home / Massaggi / ‘Dedicati’, a Bari gli incontri di bellezza per le pazienti oncologiche promossi da Acto Onlus
'Dedicati', a Bari gli incontri di bellezza per le pazienti oncologiche promossi da Acto Onlus

‘Dedicati’, a Bari gli incontri di bellezza per le pazienti oncologiche promossi da Acto Onlus

ACTO Bari – Alleanza Contro il Tumore Ovarico presenta presso la Clinica Ginecologica dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria Consorziale del Policlinico di Bari la campagna DEDICATI Incontri di bellezza per prendersi cura di sè: una settimana di trattamenti gratuiti per le pazienti affette da tumore ovarico. Gli incontri si svolgeranno dal 27 al 31 maggio presso la Casa delle Donne dl Mediterraneo a Bari.
DEDICATI è una campagna di sensibilizzazione e di azione che propone trattamenti estetici e per la cura dell’immagine alle pazienti in fase di cura. Gli incontri sono realizzati con il supporto non condizionato di TESARO Bio Italy GSK, un’azienda biofarmaceutica incentrata sull’oncologia in grado di fornire terapie innovative a persone che combattono coraggiosamente il cancro. L’azienda è in partnership con APEO, l’associazione Professionale di Estetica Oncologica, con la Casa della Parrucca, azienda specializzata nella realizzazione artigianale di parrucche per la donna e con Francesca Ragone esperta di total look.

La neoplasia femminile che colpisce le ovaie. Abbiamo chiesto al Professor Gennaro Cormio, ginecologo del Policlinico di Bar, di cosa si tratta, quanto sia importante fare una buona prevenzione e dare supporto alle pazienti: “Il carcinoma ovarico è la neoplasia che colpisce le ovaie ed è uno dei tumori più diagnosticati tra le donne. E’ la  quinta causa di morte per le donne di età tra i 50 e i 70 anni. E’ importante fare una buona prevenzione perché spesso si fa una diagnosi in fase avanzata quando ormai le possibilità di trattamento sono decisamente ridotte. Sfortunatamente il tumore ovarico non ha un mezzo, uno sistema di prevenzione preciso e quello che cerchiamo di fare oggi è puntare sulla prevenzione genetica ovvero sulla identificazione di quei soggetti che presentano delle mutazioni del gene BRCA che sono ad alto rischio di sviluppare il tumore. Su questi soggetti eseguiamo una serie di procedure di sorveglianza ma anche di chirurgia profilattica che consentono la riduzione dell’insorgenza della neoplasia in più del 90% dei casi. La storia naturale di una paziente affetta da malattia ovarica è una storia di solito molto lunga ed è costellata da plurime chirurgie e plurimi trattamenti chemioterapici. E’ indispensabile che la paziente venga accompagnata durante questo percorso, che vi sia un grande interesse per la sua qualità della vita. Per questo noi medici siamo molto grati a tutte le associazioni come quella di ACTO per il loro grande lavoro di informazione sulla malattia e perchè sono un supporto nella costruzione di una rete tra le strutture ospedaliere che consente alle pazienti di ottenere sempre le condizioni migliori per la prevenzione e la cura”.

ACTO in Italia è la prima rete nazionale di associazione di pazienti impegnata nella lotta contro il tumore ovarico. Fondata nel 2010 da un gruppo di pazienti e ginecologi oncologi, promuove programmi di informazione e sensibilizzazione della popolazione femminile e della classe medica, sostiene progetti di ricerca scientifica e offre servizi di supporto a pazienti e familiari e tutela i loro diritti. Ce lo spiega Nicoletta Cerana, Presidente di ACTO nazionale: “ACTO nasce nel 2010 ed è la prima associazione che si interessa al tumore ovarico. Ci sono diverse sedi in Italia. Facciamo campagne di informazioni e di sensibilizzazione sulla malattia. Ogni anno si registrano oltre 6mila nuove diagnosi, nel 70% dei casi già in stadio avanzato perchè il tumore è poco conosciuto , asintomatico e soprattutto perchè non esitsono ancora strumenti di diagnosi precoce. Attraverso le iniziative come questa vogliamo migliorare e contribuire alla conoscenza della malattia per favorire una diagnosi tempestiva e quindi poi l’accesso alle cure di qualità. Noi stimoliamo e sosteniamo la ricerca e promuoviamo campagne educative su tutte le forme di prevenzione e di rischio riduzione oggi disponibili sia per le pazienti che per i loro familiari. ACTO rappresenta un punto di riferimento per chi deve affrontare questa grave malattia, per raccogliere testimonianze e per garantire più vita. Tra i tanti servizi che offriamo alle pazienti c’è quello di offrire una settimana di trattamenti oncoestetici alle pazienti nei centri specializzati. Quindi in un centro specializzato come quello del Policlinico di Bari offriamo trattamenti estetici come manicure e pedicure perchè purtroppo le terapie sono molto aggressive e rovinano molto le unghie e la pelle. Offriamo anche massaggi cervicali e trattamenti viso proprio per idratare una pelle sensibile e messa a dura prova dalla malattia. Le estetiste sono professioniste dell’APEO esperte  e competenti in trattamenti di bellezza e di benessere su persone in terapia. Abbiamo anche l’esperta di look Francesca Ragone che aiuterà le pazienti a trovare il giusto outfit e infine abbiamo gli esperti di come te la metto la parrucca o come te lo giro il foulard. Lo scopo è quello di offrire sollievo, far dimenticare la malattia e dare tanta forza”.

Oggi è quindi possibile avere cura di sè e star bene nella propria pelle anche quando si affrontano patologie di questo tipo grazie alla collaborazione fra i medici e gli esperti del benessere e ai progressi della ricerca scientifica. Sta infatti conoscendo sempre maggiore successo l’Associazione Professionale di Estetica Oncologica – APEO, che insegna alle estetiste come effettuare trattamenti di bellezza e di benessere a pazienti con tumore ovarico. Ce ne parla la fondatrice del progetto APEO Loretta Pizio:” APEO è un’associazione di estetica che si occupa attraverso un percorso formativo di preparare le estetiste per assistere le persone in terapia oncologica. E’ un percorso composto da 120 ore di formazione al termine del quale si hanno due tipi di riconoscimenti, l’Attestato di Competenza Regionale e la Certificazione CEPAS. E’ un percorso che conferisce le competenze scientifiche e le conoscenze necessarie a comprendere cosa siano le patologie e le terapie oncologiche e adattare metodi, manualità e strumenti giusti sulle pazienti. Questo percorso nasce da un’esperienza personale vissuta con la mia socia e dopo questo abbiamo deciso di voler condividere con tutta l’Italia questo progetto appoggiate e sostenute dal Prof Veronesi. Oggi ci sono i Italia circa 400 estetiste. Il nostro obiettivo è la cura della persona nonostante la malattia. La scelta di questo progetto DEDICATI è quella di mettere a disposizione la conoscenza, del sapere a tutte le donne. Accogliere in maniera gratuita le persone e far conoscere a livello sociale questa figura professionale. Importanza sociale oltre che etica nella cura del paziente attraverso la collaborazione tra le associazioni, condividere le proprie competenze per la cura delle pazienti“.

L’Azienda biofarmaceutica Tesaro è focalizzata in oncologia per offrire terapie innovative a persone che affrontano periodi difficili come quelli della malattia. Ce lo spiega Mario Cioce – Medical Manager: “Offriamo un supporto alle pazienti con la malattia. La gestione della malattia è diventata complessa da tutti i punti di vista. Siamo sempre alla ricerca di opportunità  per migliorare la cura del paziente attraverso trattamenti individuali con lo scopo di creare valore per i pazienti stessi e i loro operatori sanitari”.

ACTO Bari è una delle affiliate regionali di ACTO Italia che grazie al lavoro e all’esperienza sul campo e al confronto  con i pazienti, oncologici e psicologi, ha colto l’importanza dei piccoli gesti quotidiani come l’attenzione alla bellezza e alla cura del sè, che possono aiutare le pazienti a non lasciarsi andare, a non arrendersi alla malattia. Ce lo afferma Adele Leone, Presidente ACTO Bari: “Per Alleanza contro tumore ovarico si intende anche un’unione tra noi, i medici, gli operatori. Cerchiamo di fare informazione, incontrare la voce delle donne e delle pazienti. Quello che facciamo è offrire, negli spazi messi a disposizioni della Casa delle Donne del Mediterraneo trattamenti a scelta tra manicure, trattamento viso, massaggi. Inoltre noi come associazione chiediamo alla Regione l’esenzione dal ticket perchè fare prevenzione vuol dire spendere soldi per fare esami e quello che chiediamo alla Regione Puglia è il codice di esenzione”.

Oltre ai trattamenti di bellezza offerti gratuitamente da APEO le pazienti ascolteranno i consigli di Francesca Ragone esperta di look e gli esperti di parrucche dello staff della Casa della Parrucca di Bari i quali dispenseranno consigli di stile, individuali e di gruppo. 
Francesca Ragone afferma che: “Ogni donna ha bisogno di trovare il suo rapporto con lo specchio, trovare un colore amico di sentirsi a suo agio con il rossetto. Questi incontri aiutano a ritrovare il sorriso. anche in questi momenti difficili possiamo aiutare le donne a parlare di bellezza“. Anche gli esperti della Parrucca affermano che: “Vogliamo far ritornare il sorriso alle pazienti, cerchiamo di restituire un’immagine dignitosa attraverso prodotti artigianali di altissima qualità”.

ACTO BARI 

Articolo Scelto per Te

RiminiWellness 2019: torna la fiera del fitness e del benessere

RiminiWellness 2019: torna la fiera del fitness e del benessere

Fonte immagine: Luca Toni / RiminiWellness Torna dal 30 maggio al 2 giugno 2019 RiminiWellness, …