venerdì , settembre 21 2018
Home / Hotel / È calato il sipario sulla 30esima Finale nazionale dei Giochi …
È calato il sipario sulla 30esima Finale nazionale dei Giochi ...

È calato il sipario sulla 30esima Finale nazionale dei Giochi …

Grosseto: Grosseto si conferma la “città della dama”. Grande successo per la trentesima edizione della Finale Nazionale dei Giochi Giovanili Scolastici Dama ed il Campionato italiano di Dama Inglese che si è appena conclusa.

La manifestazione, di scena nel capoluogo maremmano da giovedì 10 a domenica 13 maggio, è stata organizzata dalla Federazione Italiana Dama con il contributo e la coorganizzazione di Confcommercio Grosseto, il contributo e la collaborazione del Comune di Grosseto e la sponsorizzazione di Banca Tema. A supporto di alcune iniziative, si segnalano anche la Caritas diocesana e il Centro commerciale naturale Centro storico di Grosseto.

È stata la Fattoria La Principina Wellness Park Hotel ad ospitare i giochi, non solo della Finale, ma anche del Campionato italiano femminile di Dama italiana e del Campionato italiano femminile di Dama internazionale, per il secondo memorial intitolato a Margherita Massignani.

Oltre duecento ragazzi, arrivati da tutta Italia, studenti delle scuole elementari, medie e superiori, si sono sfidati alla damiera in questo importante evento.
Per la prima volta, ha partecipato anche una classe della scuola media Vico.

“Aver portato una classe di Grosseto a rappresentare la Toscana alla Finale dei Giochi studenteschi è stata, per me, la più grande soddisfazione – ha commentato Giuliana Tenucci, delegata Fid – Pensare che questi ragazzi hanno iniziato a giocare a dama solo un mese fa, e sono riusciti a portare a casa un pareggio ed una vittoria! Sono stati fantastici!”.

Spettacolare è stato il venerdì pomeriggio, quando piazza del Duomo è diventata lo scenario di gioco di una simultanea. Un lungo tavolo ha ospitato decine di damiere, e tre maestri hanno sfidato oltre cento persone tra gli studenti arrivati per la Finale e semplici cittadini, che si sono voluti mettere alla prova.

Il sabato è proseguito tra turni di gioco, stage e workshop alla Fattoria La Principina.
Poi domenica il gran finale, con la Santa Messa ed a seguire le premiazioni.

Per la dama inglese, si è confermato per l’ottava volta Campione italiano Sergio Scarpetta, pugliese, nonché campione del mondo in carica nella sua categoria.
Sul resto del podio, due toscani, ovvero Matteo Bernini di Livorno e Claudio Ciampi, di Piombino, terzo classificato, vicepresidente della Federazione.

“Non finisce qui – continua Tenucci – perché va avanti, in accordo con il Miur e con il Comune di Grosseto, che ringraziamo, il progetto per la lotta alla ludopatia. Continueremo ad andare nelle classi per parlare dei rischi legati al gioco d’azzardo patologico. E non smetteremo neanche di portare la dama tra i banchi di scuola, con la gratificazione ulteriore che alcuni genitori hanno richiesto di proseguire l’attività in orario extrascolastico”.

“Con entusiasmo siamo stati al fianco della Fid anche quest’anno – commenta Enrico Franceschelli, Confcommercio Grosseto – Abbiamo potuto apprezzare l’impegno della federazione, degli organizzatori, dei maestri capaci di trasmettere la loro grande passione anche ai più piccoli”. “Inoltre la città ha dimostrato, come al solito – aggiunge il presidente di Confcommercio Carla Palmieri – la sua capacità di accoglienza, un ottimo biglietto da visita per le famiglie al seguito, che potranno magari tornare in vacanza nel nostro territorio nei prossimi mesi”.

Ed in effetti, come confermato dalla Federazione, famiglie e team, in questi giorni, hanno colto l’occasione per iniziare a visitare la Maremma, incuriositi soprattutto dalle località costiere, dall’Isola del Giglio a Castiglione della Pescaia, ma anche dal “patrimonio” enogastronomico, dai formaggi alle strade del vino.

 

Articolo Scelto per Te

Belvita Leading Wellnesshotels Südtirol: ospitalità e cucina dell'Alto ...

Belvita Leading Wellnesshotels Südtirol: ospitalità e cucina dell’Alto …

Menù raffinati e vini d’alta qualità, con in prima fila la cucina altoatesina. Ma anche …