venerdì , luglio 19 2019
Home / Hotel / Maiori, sabato 12 gennaio giornata dono sangue al porto turistico
Maiori, sabato 12 gennaio giornata dono sangue al porto turistico

Maiori, sabato 12 gennaio giornata dono sangue al porto turistico

Nella mattinata di sabato 12 gennaio, dalle 8 alle 11 e 30, presso il piazzale del Porto Turistico di Maiori, sarà possibile effettuare donazioni del sangue per uso trasfusionale. L’iniziativa si svolge in collaborazione con l’AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue). In occasione della donazione saranno effettuate anche specifiche analisi, il cui risultato sarà spedito al domicilio dei donatori. Presentarsi con un documento di riconoscimento. È consentita una piccola colazione con caffè, tè, orzo (modicamente zuccherati), fette biscottate o del pane; ma bisogna evitare latte e derivati.

Il sangue è indispensabile non solo in presenza di condizioni o eventi eccezionali quali terremoti, disastri o incidenti, o durante interventi chirurgici e trapianti di organo, ma anche nei servizi di primo soccorso e di emergenza urgenza, nella cura delle malattie oncologiche, nelle varie forme di anemia cronica. Con i suoi componenti, il sangue costituisce per molti ammalati un fattore unico e insostituibile di sopravvivenza: globuli bianchi per la cura di leucemie, tumori, intossicazioni da farmaci e globuli rossi per la cura di anemie, emorragie piastrine per malattie emorragiche, plasma quando vi siano state grosse variazioni quantitative dovute ad ustioni e tumori del fegato.

Donare il sangue consente, insomma, di salvare tante vite e l’uomo rimane a tutt’oggi l’unica possibile sorgente di sangue.

Non rimaniamo indifferenti: la vita ci è stata data in dono e noi la meritiamo donandola.

Tutti possono donare il sangue purché abbiano un’età compresa tra 18 anni e i 60 anni (per candidarsi a diventare donatori di sangue intero), o 65 anni per proseguire l’attività di donazione per i donatori periodici con deroghe a giudizio del medico; un peso superiore ai 50 kg; pulsazioni comprese tra 50-100 battiti/min (anche con frequenza inferiore per chi pratica attività sportive); pressione arteriosa tra 110 e 180 mm di mercurio (Sistolica o MASSIMA) tra 60 e 100 mm di mercurio (Diastolica o MINIMA); buone condizioni di salute e nessun comportamento a rischio per quanto riguarda lo stile di vita.

È altresì doveroso autoescludersi per chi abbia nella storia personale: assunzione di droghe; alcolismo; rapporti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive (es. occasionali, promiscui…); epatite o ittero; malattie veneree; positività per il test della sifilide (TPHA o VDRL); positività per il test AIDS (anti-HIV 1); positività per il test dell’epatite B (HBsAg); positività per il test dell’epatite C (anti-HCV); rapporti sessuali con persone nelle condizioni incluse nell’elenco.

L’intervallo minimo tra una donazione di sangue intero e l’altra è di 90 giorni, mentre la frequenza annua delle donazioni non deve essere superiore a 4 volte l’anno per gli uomini e due volte l’anno per le donne.

Articolo Scelto per Te

Proprietà e benefici del prezzemolo

Proprietà e benefici del prezzemolo

di Valentina Di Giovanni – Pianta aromatica ricca di proprietà nutritive, il prezzemolo fa parte …