venerdì , luglio 19 2019
Home / Benessere / Mindful Running: correre con la testa
Mindful Running: correre con la testa

Mindful Running: correre con la testa

Quando mancano motivazione e grinta per correre, una playlist può fare moltissimo. Ma le canzoni dal ritmo effervescente non sono l’unica soluzione stimolante, perché aiutarsi con la musica che invece di far sentire invincibili invoglia a meditare permette di raggiungere l’equilibrio fisico perfetto.

Correre con corpo e mente è possibile grazie all’app Nike+ Run Club che quest’anno ha siglato una partnership con HeadSpace per inserire la mindfulness nella corsa attraverso degli audio guida che aiutano a trovare la forza e la pace interiore, rendendo la corsa una esperienza ancora più fortificante e consapevole.

Top stories

A fare da trainer sono Andy Puddicombe, co-fondatore dell’app per la meditazione Headspace, che è un monaco tibetano buddista con una laurea in scienze dello sport, e Chris Bennett, trainer Nike. Puddicombe e Bennett parlano tranquillamente di ciò che si dovrebbe sentire nel corpo, su cosa concentrarsi o sulle cose da lasciar andare.

Running: freddo non ti temo

Secondo Puddicombe, la corsa consapevole è la capacità di correre con una chiara intenzione, completamente connessa nel corpo e nella mente, libera dalla distrazione e con un equilibrio equo di concentrazione e rilassamento. Molti studi dicono che la mindfulness può aiutare a ridurre l’ansia, la depressione, lo stress e il dolore. Mentre molti corridori professionisti sostengono che anche la corsa da sola può essere meditativa, se si riesce a beneficiare dell’aspetto di consapevolezza intrinseco.

Distrarsi mentre si corre è molto facile. Nella mente si visualizza l’elenco delle cose da fare e invece di rilassarsi si rimane sopraffatti dallo sforzo fisico senza riuscire a staccare la spina.

Camminata e Yoga: la combinazione fitness che funziona

Come si esegue concretamente la mindfulness running? La prima cosa da fare è decidere perché si sta andando a correre. Per dimagrire, per sfogarsi, per rilassarsi… avere una motivazione aiuta a coinvolgere la mente. Poi è importante ascoltare le singole parti del corpo per liberare in modo naturale la tensione e fare in modo che l’elenco delle cose da fare vada e venga. Quando affrontarle? Dopo la corsa.

More

Fitness

Come allenare lo Psoas, il muscolo della felicità

Fitness

Skillathletic: il nuovo trend in palestra

Fitness

Alexia Clark: come la Insta-fit americana ci farà rientrare nei jeans

Articolo Scelto per Te

Neuralink, Elon Musk: “siamo pronti a collegare mente e computer, potenziale incredibile”. Ecco come funziona il chip wi-fi [FOTO]

Neuralink, Elon Musk: “siamo pronti a collegare mente e computer, potenziale incredibile”. Ecco come funziona il chip wi-fi [FOTO]

L’ultima sfida di Elon Musk si chiama Neuralink ed è una statrup dedicata alle neurotecnologie …