venerdì , luglio 19 2019
Home / Benessere / Sali minerali nell’acqua: quali si trovano e a cosa servono
Sali minerali nell’acqua: quali si trovano e a cosa servono

Sali minerali nell’acqua: quali si trovano e a cosa servono

14 luglio 2019 – Quando si parla di apporto idrico, è fondamentale citare l’apporto di sali minerali, sostanze inorganiche con funzioni biologiche importantissime.

Dal momento che il corpo umano non è in grado di sintetizzare in maniera autonoma i sali minerali, questi ultimi devono essere assunti tramite gli alimenti e l’acqua.

Nel caso specifico dell’acqua, si ricorda che, in caso di riscaldamento per cottura, i sali minerali possono sciogliersi.

Anche se l’acqua potabile non rappresenta la principale fonte di sali minerali per l’organismo umano, il suo apporto può rivelarsi essenziale in diversi casi, come per esempio le contingenze climatiche o le diete che possono provocare rispettivamente un’eccessiva espulsione o una carenza di questi principi nutritivi.

In ogni caso, i minerali presenti nell’acqua sotto forma di ioni liberi risultano molto più assimilabili da parte del nostro corpo rispetto alle molecole complesse che invece troviamo negli alimenti solidi.

Come ricordato anche dal Ministero della Salute, la disponibilità di minerali nell’acqua potabile è estremamente ampia.

Nell’elenco in questione è possibile includere il calcio, importantissimo per lo sviluppo osseo, ma anche per l’efficienza dei muscoli e del miocardio. Il suo ruolo è essenziale pure per la coagulazione del sangue e per la trasmissione degli impulsi nervosi.

In generale, nell’acqua potabile possiamo trovare anche il cloro, che nella sua forma di acido cloridrico è fondamentale per i processi digestivi.

Degna di nota è poi la presenza di magnesio, minerale presente in quantità discrete nell’organismo umano e fondamentale sia per la costituzione dello scheletro, sia per l’attività muscolare.

Proseguendo con i principali minerali presenti nell’acqua potabile – ricordiamo che si tratta di stime di massima, dal momento che ogni etichetta può variare – citiamo il potassio, essenziale per l’attività del miocardio, ma anche il sodio e lo zolfo.

Per quanto riguarda invece gli oligoelementi, ossia i minerali presenti solo in piccole quantità nell’organismo e caratterizzati da un ruolo di importanza vitale, nell’acqua troviamo il cobalto, uno dei costituenti della vitamina B12, ma anche il cromo, coinvolto nelle reazioni enzimatiche del metabolismo dei glucidi.

Da citare è anche la presenza di fluoro, minerale fondamentale per la prevenzione della carie ai denti e per lo sviluppo osseo, ma anche il ferro, importantissimo per l’emoglobina, lo iodio, il manganese, il molibdeno, il rame e il selenio.

Articolo Scelto per Te

5 modi scientificamente provati per bruciare i grassi durante il sonno

5 modi scientificamente provati per bruciare i grassi durante il sonno

Desideri perdere peso? ecco il metodo infallibile per bruciare i grassi dormendo Voler dimagrire e …